it en de

Tel: 0121 55383 - Mail: info@fruttopermesso.it

Erbe selvatiche e fiori spontanei

By frutto frutto on 30 aprile 2018 in Agriturismo, Buone Notizie, News
0

Venerdì 4 e 11 maggio: La cena vegetariana con erbe selvatiche e fiori spontanei

La branca della botanica che studia le erbe spontanee si chiama “FITOALIMURGIA”, ossia “cibo per le situazioni di emergenza”. Questi vegetali, infatti, sono stati in passato una risorsa alimentare per le persone meno abbienti, anche in periodi di guerra o carestia. Fino a qualche decennio fa, queste piante erano ben note ed utilizzate dalle famiglie contadine, soprattutto quando le risorse erano molto limitate e, alla fine dell’inverno, le verdure coltivate nell’orto di casa non erano ancora disponibili, ma nei prati erano già cresciute numerose varietà di erbe spontanee, ottime per farne insalate, frittate e minestre.

Un tempo le conoscenze relative a queste piante, erano trasmesse soprattutto con l’esperienza. Si tramandavano di padre in figlio, di generazione in generazione, in modo automatico, attraverso l’osservazione soprattutto dei nonni: erano loro infatti a trasmettere le nozioni fondamentali, arricchite spesso da storie, leggende e tradizioni. I bambini seguivano gli adulti nei campi, osservavano, imparavano a riconoscere le erbe dando una mano nella raccolta, ma soprattutto giocando. Far volare via con un soffio i semi del tarassaco, staccare un fiore di primula e farlo suonare come una trombetta, masticare i gambi succosi ed aspri dell’acetosella, sono esperienze ben note a tutti noi, che abbiamo avuto la fortuna di crescere in campagna.

A partire dagli anni 50 del secolo scorso, il progressivo inurbamento e lo spopolamento delle zone rurali hanno causato la perdita di gran parte di queste conoscenze, interrompendo il passaggio di informazioni tra una generazione e l’altra.

Come ogni anno, vogliamo rinnovare l’appuntamento con la cena dei fiori ed erbe selvatiche, un’occasione per riscoprire materie prime ormai quasi sconosciute, per recuperare un po’ di quelle tradizioni che i nostri nonni ci hanno trasmesso, per rivivere le sensazioni di quelle giornate passate da ragazzini a scorrazzare nei prati.

 

Il menù di venerdì 4 maggio:

Aperitivo con stuzzichino

Insalata di erbe spontanee e fiori con tometta fiorita

Fagottini di lùvertin nella crepes di parietaria con fonduta e fiori di calendula

Tortino di fiori di zucchina sulla salsa di barbabùc

Riso rosso selvaggio ai fiori del glicine

Polpette di ortiche con salsa aromatica all’elicriso e fritto di foglie e fiori

Plateau di tome e sarass del Pinerolese

Cheese cake ai fiori di lillà con salsa alla melissa e semifreddo al miele millefiori

Caffè o tisana, liquori e distillati

Euro 40,00 vini esclusi

About the Author

frutto fruttoView all posts by frutto frutto

Copyright 2018 | Cooperativa agricola il frutto permesso - P.IVA e C.F. 05645380014